Attività subacquee e nautiche

Il volontario di Protezione Civile a specializzazione subacquea opera a supporto delle Istituzioni e non sostituendosi ad esse. L’attività collaborativa prestata in modo volontario e senza fini di lucro, è finalizzata agli interventi di protezione civile richiesti dall’Autorità competente, nonché all’accrescimento della professionalità, della capacità di intervento ed al miglioramento delle condizioni di sicurezza operativa per sé e per gli altri.

L’attività del volontario di protezione civile con specializzazione subacquea è schematicamente riferibile agli ambienti di acque marittime ed interne, ivi compresi i canali artificiali, le cave, le rogge, gli scenari di intervento con minima presenza di acqua, per i quali risulti idoneo o necessario un intervento a carattere subacqueo.

Il Coordinamento provinciale può contare su di una componente di Volontari iscritti al Circolo Sommozzatori Piacenza, i quali periodicamente verificano, controllano e testano le attrezzature, nonché le imbarcazioni in dotazione alla Colonna Mobile in gestione al Coordinamento.

La disciplina generale per l’impiego dei volontari di protezione civile a specializzazione subacquea è contenuta nella Direttiva del 9 novembre 2012: indirizzi operativi per assicurare l’unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato all’attività di protezione civile

Please accept preferenze, statistiche, marketing cookies to watch this video.
torna all'inizio del contenuto