Addestramento

2 Giugno 2024

ESE AIB FERRIERE 2024

Il periodico appuntamento esercitativo ed addestrativo organizzato dal Coordinamento Provinciale del Volontariato di Protezione Civile di Piacenza per gli operatori abilitati allo spegnimento su fiamma in occasione degli incendi di bosco.

Gli incendi di bosco e l’antincendio boschivo (A.I.B.)

 

Il territorio nazionale italiano è caratterizzato da un alto rischio per gli incendi di bosco.

 

Un incendio boschivo è un fuoco che tende ad espandersi su aree boscate, cespugliate o arborate, comprese eventuali strutture e infrastrutture antropizzate che si trovano all’interno delle stesse aree, oppure su terreni coltivati o incolti e pascoli limitrofi alle aree” (art. 2 della Legge n. 353 del 2000).

 

Un incendio boschivo è un fuoco che si propaga provocando danni alla vegetazione e agli insediamenti umani. In quest’ultimo caso, quando il fuoco si trova vicino a case, edifici o luoghi frequentati da persone, si parla di incendi di interfaccia. Più propriamente, per interfaccia urbano-rurale si definiscono quelle zone, aree o fasce, nelle quali l’interconnessione tra strutture antropiche e aree naturali è molto stretta: sono quei luoghi geografici dove il sistema urbano e naturale si incontrano e interagiscono.

 

Tutte le regioni italiane sono interessate dagli incendi, anche se con gravità differente e in periodi diversi dell’anno. Le condizioni ambientali e climatiche della penisola italiana favoriscono lo sviluppo di focolai principalmente in due stagioni dell’anno. Nelle regioni settentrionali dell’arco alpino – ma anche nelle zone appenniniche in alta quota – gli incendi boschivi si sviluppano prevalentemente nella stagione invernale – primaverile, la più siccitosa, quando la vegetazione è stata seccata dal gelo. Mentre in estate i frequenti temporali riducono il rischio di incendio.

L’impegno del Volontariato di Protezione Civile

 

La Regione Emilia-Romagna, dopo la delibera dello “stato di massima pericolosità” attiva la Sala Operativa Unificata Permanente (SOUP), presso il Centro Operativo Regionale (COR), composta da rappresentanti dell’Agenzia regionale, Vigili del Fuoco, Volontariato e Carabinieri forestali monitorano gli eventi sul territorio regionale e rimanendo in contatto con le rispettive componenti territoriali.

 

La Funzione Volontariato presso la SOUP Emilia-Romagna, viene ricoperta a turno da personale di tutti i Coordinamenti provinciali e delle Associazioni regionali.

 

A livello provinciale il Coordinamento di Piacenza organizza le attività di monitoraggio antincendio, svolte da squadre di Volontari di Protezione Civile, andando a coprire principalmente il territorio appenninico e collinare della provincia di Piacenza.

 

Le squadre AIB del Volontariato sono composte da operatori formati ed addestrati per lavorare su fiamma, nonché dotati di attrezzature particolari, moduli antincendio carichi di acqua installati su automezzi fuoristrada.

 

Inoltre, il Coordinamento ha la funzione di coordinare gli sforzi delle squadre AIB, interfacciandosi con il Comando dei Vigili del Fuoco di Piacenza, nelle fasi di spegnimento e bonifica degli incendi di bosco, nonché con la SOUP.

L’esercitazione 2024

 

ESE AIB FERRIERE 2024, una giornata all’insegna della formazione e dell’addestramento per i Volontari di Protezione Civile della provincia di Piacenza abilitati allo spegnimento di incendi boschivi.

 

Un retraining pratico improntato sull’uso dei moduli AIB (antincendio boschivo) montati su mezzi speciali fuoristrada e le attrezzature in dotazione al Coordinamento Provinciale Volontariato Protezione Civile Piacenza. Circa 70 Volontari di Protezione Civile di Piacenza presenti alle attività. Con base presso il Centro Sovracomunale di Cà Nova (Ferriere) è stato possibile simulare operazioni di rilancio d’acqua con l’utilizzo di vasche, oltre alla simulazione di spegnimento su fiamma.

 

Il Coordinamento Provinciale di Piacenza opera anche al fine di consolidare la cooperazione ed il coordinamento delle squadre che operano sul territorio di confine con altre province e regioni. A tale scopo è stata invitata anche una squadra antincendio boschivo di Volontari di Protezione Civile del distaccamento di Santo Stefano d’Aveto (Genova), con l’obiettivo di avviare adeguati accordi di cooperazione e collaborazione in eventi emergenziali su confine.

 

Infine, grazie alla storica interoperabilità e collaborazione con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Piacenza, mediante il loro supporto tecnico e dei Carabinieri nucleo Forestale di Ferriere è stato possibile approfondire aspetti operativi e protocolli d’intervento.

ESE AIB FERRIERE 2024

Ultimi articoli

Addestramento 2 Giugno 2024

ESE AIB FERRIERE 2024

Il periodico appuntamento esercitativo ed addestrativo organizzato dal Coordinamento Provinciale del Volontariato di Protezione Civile di Piacenza per gli operatori abilitati allo spegnimento su fiamma in occasione degli incendi di bosco.

Informazione e sensibilizzazione 17 Aprile 2024

Cultura di Protezione Civile e Consapevolezza dei rischi: il Coordinamento Volontariato Protezione Civile di Piacenza e la Scuola Sant’Orsola uniscono le forze

Progetto congiunto al fine di sensibilizzare gli studenti alle buone pratiche di protezione civile, le misure di autoprotezione d’attuare in emergenza e conoscere le attività svolte dalla Protezione Civile.

Formazione 18 Marzo 2024

Peste Suina Africana: norme di biosicurezza

Il Rischio Peste Suina Africana (PSA): ogni cittadino ha un ruolo importante nella prevenzione.

Informazione e sensibilizzazione 20 Febbraio 2024

IT-alert operativo dal 13 febbraio per quattro tipologie di rischio

Per collasso di una grande diga, incidenti rilevanti in stabilimenti industriali, incidenti nucleari o situazioni di emergenza radiologica e attività vulcanica nelle aree dei Campi Flegrei, del Vesuvio e all’isola di Vulcano.

torna all'inizio del contenuto