13 Febbraio 2024

CORSO BASE OPERATORE VOLONTARIO PROTEZIONE CIVILE EMILIA-ROMAGNA

Formazione C.V.P.C. Piacenza

CORSO BASE OPERATORE VOLONTARIO PROTEZIONE CIVILE EMILIA-ROMAGNA

39 39 people viewed this event.

Il Corso Base per Volontari di Protezione Civile è un corso di primo inserimento del volontario nel sistema. Ha quindi una valenza più informativa e motivazionale che formativa. Tuttavia non si trascura di “testare” l’attitudine del volontario al lavoro di squadra e manuale con un addestramento pratico.

I cittadini che si iscrivono ad un Associazione/Gruppo comunale aderente all’Elenco Territoriale
Volontariato di protezione civile dell’Emilia-Romagna, per poter svolgere le attività previste dall’art. 2
del D.Lgs 1/2018, ovvero poter frequentare altri corsi di specializzazione indicati nel presente
documento, devono frequentare il “Corso base per operatore volontario di protezione civile della
Regione Emilia-Romagna” o corso equiparato secondo quanto indicato in premessa.

Il “Corso base per operatore volontario di protezione civile della Regione Emilia-Romagna” si prefigge di fornire ai volontari una base formativa omogenea per garantire standard minimi e:

  • Illustrare l’integrazione del Volontariato organizzato nel Sistema Nazionale di Protezione Civile
    attraverso gli approfondimenti sulla normativa di riferimento, sugli scenari di rischio e le attività di
    Protezione Civile con particolare riferimento al proprio territorio;
  • Illustrare il ruolo e la funzione sociale del Volontariato di protezione civile;
  • Promuovere la cultura della sicurezza del volontario di protezione civile attraverso l’illustrazione dei principi specifici in materia.

La formazione teorica è prescritta dal modello formativo Regionale mentre l’addestramento pratico varia da coordinamento a coordinamento o da associazione ad associazione. Maggiori dettagli sono disponibili nel modello formativo. I modelli formativi datati 21 luglio del 2014, mediante Delibera di Giunta 1193, è stato approvata la linea guida “Standard minimi per le formazione del volontariato di Protezione Civile in materia di sicurezza e comportamenti di autotutela”. In tale documento sono contenuti tutti i modelli formativi formalizzati dall’Agenzia, tra cui anche il corso base, in accordo con il volontariato ad utilizzo del volontariato stesso. I modelli formativi rispondo anche alla necessità di coniugare la tutela della salute e della sicurezza dei volontari, impegnati in attività di protezione civile, con il perseguimento degli obiettivi per i quali è stato istituito il Servizio Nazionale della protezione civile. I Modelli formativi applicano le norme in materia di sicurezza e tutela della salute nei riguardi delle organizzazioni di volontariato della protezione civile, stabilite con i decreti attuativi del D.lgs. 81/08.

Dettagli aggiuntivi

Stato del corso -

Numero massimo partecipanti - 20

Destinatari del corso - Volontari di Protezione Civile

Criteri di priorità per la selezione dei candidati - -

Argomenti del corso - Secondo DGR 2279/2023

Requisiti di accesso - Essere iscritti ad una Associazione/Gruppo comunale aderente all’Elenco territoriale di protezione civile al massimo da sei mesi; avere compiuto il diciottesimo anno di età

Registrazione all'evento conclusa.
 

Data e ora

13/02/2024 to
24/02/2024
 

Data di fine Iscrizione

12/02/2024
 

Tipologie di evento

 

Categoria dell'evento

Share With Friends

Ultimi articoli

Informazione e sensibilizzazione 17 Aprile 2024

Cultura di Protezione Civile e Consapevolezza dei rischi: il Coordinamento Volontariato Protezione Civile di Piacenza e la Scuola Sant’Orsola uniscono le forze

Progetto congiunto al fine di sensibilizzare gli studenti alle buone pratiche di protezione civile, le misure di autoprotezione d’attuare in emergenza e conoscere le attività svolte dalla Protezione Civile.

Formazione 18 Marzo 2024

Peste Suina Africana: norme di biosicurezza

Il Rischio Peste Suina Africana (PSA): ogni cittadino ha un ruolo importante nella prevenzione.

Informazione e sensibilizzazione 20 Febbraio 2024

IT-alert operativo dal 13 febbraio per quattro tipologie di rischio

Per collasso di una grande diga, incidenti rilevanti in stabilimenti industriali, incidenti nucleari o situazioni di emergenza radiologica e attività vulcanica nelle aree dei Campi Flegrei, del Vesuvio e all’isola di Vulcano.

Informazione e sensibilizzazione 31 Gennaio 2024

IT-alert: proseguono i test. Interessate anche l’Emilia-Romagna e Piacenza

In Emilia-Romagna sarà mercoledì 31 gennaio tra le 12:30 e le 16:00.

torna all'inizio del contenuto