Addestramento

29 Settembre 2022

Emergenza Territoriale 118 – maxi-esercitazione in via dei Pontieri

Buonasera stavo facendo una passeggiata lungo il Po, c’è stato un incidente: ci sono tante macchine coinvolte, le persone sono ancora dento, sono ferite, c’è fumo. Un’auto è caduta nel vallo del fiume, è ribaltata e credo che a bordo ci siano dei bambini: li sento piangere

Pochi secondi e la macchina dei soccorsi è al lavoro: sul posto arriva il personale medico e infermieristico, i vigili del fuoco, la polizia municipale. L’obiettivo è salvare i feriti e mettere in sicurezza il luogo. La tensione è alta. Ma si tratta di un’esercitazione.

Per una notte via dei Pontieri si è trasformata in una location d’eccezione per ospitare la maxi esercitazione progettata e coordinata dal sistema Emergenza territoriale 118 dell’Ausl di Piacenza e dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco con il coinvolgimento della Prefettura di Piacenza.

L’esercitazione

Si svolta ieri sera una maxi esercitazione in riva al Po a Piacenza coinvolgendo vigili del fuoco, operatori del 118, squadre sanitarie e della polizia Locale, oltre al Volontariato di Protezione Civile che hanno testato il loro lavoro e la loro formazione sulla scena di un incidente stradale.

La simulazione è frutto di un lavoro organizzativo partito a luglio del corso Trauma aziendale che coinvolge infermieri, medici e autisti soccorritori.

L’esercitazione ha riprodotto un incidente con quattro mezzi coinvolti di cui uno elettrico (elemento di alta criticità che impone ai professionisti un approccio adeguato) e la presenza di una bombola di gas naturale liquido in potenziale pericolo di esplosione.

I feriti sono stati interpretati da cinque figuranti (tra cui una bambina di 10 anni) e un manichino per simulare la presenza di un bimbo di 18 mesi incastrato tra le lamiere. I protagonisti sono stati truccati dagli operatori di Anpas e Croce Rossa Italiana.

Sul posto sono intervenuti due mezzi Ausl (Advance Life Support) medicalizzati di cui un elisoccorso, due mezzi Ausl infermieristici e quattro mezzi Bsl (Basic Life Support) di Anpas e Croce Rossa Italiana.

Dodici i professionisti all’opera (due medici, sei infermieri e quattro autisti) a cui si è affiancato il personale di Protezione Civile, Polizia Municipale e Vigili del Fuoco che ha curato la parte scenografica della simulazione e messo in campo il gruppo Saf (Speleo Alpino Fluviale) per il recupero dei feriti precipitati lungo l’argine del fiume. Complessivamente, sono state oltre un centinaio le persone impegnate nell’iniziativa.

A dare l’allarme due cittadini d’eccezione: il direttore generale dell’Ausl di Piacenza Paola Bardasi e il sindaco di Piacenza Katia Tarasconi.

Attività organizzata dal Comando Provinciale Vigili Del Fuoco Piacenza e Azienda Usl di Piacenza, alla quale il Coordinamento Provinciale del Volontariato di Protezione Civile con 3 squadre ha supportato l’organizzazione durante le fasi di simulazione.

Please accept preferenze, statistiche, marketing cookies to watch this video.
Emergenza Territoriale 118 – maxi-esercitazione in via dei Pontieri

Ultimi articoli

Informazione e sensibilizzazione 20 Febbraio 2024

IT-alert operativo dal 13 febbraio per quattro tipologie di rischio

Per collasso di una grande diga, incidenti rilevanti in stabilimenti industriali, incidenti nucleari o situazioni di emergenza radiologica e attività vulcanica nelle aree dei Campi Flegrei, del Vesuvio e all’isola di Vulcano.

Informazione e sensibilizzazione 31 Gennaio 2024

IT-alert: proseguono i test. Interessate anche l’Emilia-Romagna e Piacenza

In Emilia-Romagna sarà mercoledì 31 gennaio tra le 12:30 e le 16:00.

Formazione 21 Gennaio 2024

Volontariato di Protezione Civile: i nuovi Standard Formativi in Emilia-Romagna

Approvata la nuova DGR riguardante le Linee Guida per la formazione del Volontariato di Protezione Civile in Emilia-Romagna.

Emergenze 18 Novembre 2023

EME alluvione Toscana 2023

Le attività svolte dal Volontariato di Protezione Civile della provincia di Piacenza operanti nei territori colpiti dall’alluvione.

torna all'inizio del contenuto